Articoli



Propriocezione


Dal latino "proprium": significa ricezione di segnali propri, provenienti dai recettori muscolari, tendinei e articolari, distribuiti in tutto il corpo a milioni. I Propriocettori continuano a mandare flussi di informazioni, ogni volta che il movimento, dando instabilità locale, evocherà la loro attivazione. Il flusso di informazioni arriva al cervello al sistema sottocorticale: nuclei della base e archicerebellum sono la "centrale operativa" del sistema posturale. I segnali propriocettivi assieme alle informazioni del sistema visivo e vestibolare vengono elaborati e daranno origine alla risposta "posturale". Lo stimolo efferente dalla centrale operativa andrà, attraverso i nervi, ai muscoli antigravitari. Questo tipo di contrazione muscolare, stabilizzando le articolazioni, darà equilibrio e "stabilità" sia in condizione statica e soprattutto nel movimento. Tanto più elevato sarà il compito motorio richiesto, tanto più precisa ed efficiente dovrà essere la stabilità funzionale articolare e posturale. Il feed-back di ciò che avviene in periferia è delegato specificamente ai propriocettori.

Senza Propriocezione non c'è Postura.